1. Dopo 5 anni che si parla di crisi, vuol dire che non è più crisi ma che siete in una “nuova realtà”

2. Quello che avete fatto fino a 5 anni fa, ora non va più bene.

3. Se la situazione è cambiata dovete cambiare il modo di affrontarla. Come diceva Einstein “non potete sperare che le cose cambino se continuate a farle sempre allo stesso modo”.

4. “Vendere all’estero” non è la panacea di tutti mali, specialmente se non siete organizzati. Prima capite cosa dovete fare, poi fatelo.

5. Il mercato dell’arredo è complesso come tutti i mercati e non potete più affrontarlo soltanto facendo “mobili belli che costano poco”

6. Liberatevi dall’ossessione della produzione, le macchine da sole non possono decidere cosa produrre.

7. La vostra azienda non è soltanto ciò che producete ma l’insieme di sensazioni che si hanno leggendo il vostro marchio.

8. Smettete per un momento di cercare nuovi commerciali, export manager e cambiare agenzie. Cercate qualcuno, invece che, assieme a voi, elabori una strategia e definisca una visione.

9. Il “made in Italy” è importante ma il “fatto bene” lo è ancora di più.

10. Il marketing non è la comunicazione. Il marketing serve a farci capire com’è il mercato. Il marketing è l’apostrofo rosa tra le parole “produrre” e “vendere”.

11. La comunicazione è quella cosa che spiega alle persone chi siamo, cosa facciamo e come lo facciamo. Se è fatta male allora anche noi siamo fatti male.

12. Il web marketing, consente azioni che fino a poco tempo fa erano impensabili per le piccole e medie imprese. Siamo organizzati per cogliere questa opportunità?

13. Essere piccoli non è un alibi. Smettetela di pensare di essere i più bravi del mondo ed iniziate a fare rete.

14. Impariamo ad ascoltare. Se continuate a giudicarvi da soli continuerete ad essere o eccessivamente duri o esageratamente tolleranti.

15. Le aziende operanti nel settore arredo, sono più di 30.000. Avete pensato a cosa distingue la vostra dalle altre 29.999?

Consigli non richiesti per l’industria del legno arredo.
Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tag:                     

4 pensieri su “Consigli non richiesti per l’industria del legno arredo.

    • 07/09/2013 alle 15:34
      Permalink

      Era perfetto per quel che avevo in testa io! Grazie a te quindi.

      Rispondi
  • 08/14/2013 alle 13:15
    Permalink

    Il problema è che ancora, nel legno arredo, non si vuole investire nelle nuove idee…
    Le aziende preferiscono stare ferme ed aspettare che passi l’onda…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE